Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EBOLA: attività mirate di vigilanza sanitaria

Data:

29/09/2022


EBOLA: attività mirate di vigilanza sanitaria

Si informa che si è reso necessario introdurre delle attività mirate di vigilanza sanitaria nei confronti del personale di organizzazioni governative ed organizzazioni non governative e cooperanti provenienti dall’Uganda.


Come comunicato dall’OMS, il 20 settembre 2022 il Ministero della Salute dell’Uganda ha dichiarato la ricomparsa della malattia da virus Ebola (SUDV), in seguito alla conferma di un caso il 19 settembre 2022 nel distretto di Mubende nella Regione Centrale del Paese. Alla luce di quanto sopra, le attività mirate di sorveglianza sanitaria andranno pertanto applicate al personale di organizzazioni governative ed organizzazioni non governative e cooperanti proveniente da tutto il territorio dell’Uganda, sulla base dei criteri di stratificazione del rischio epidemiologico specificati nella Circolare n. 0026708 del 06 ottobre 2014.

Il Ministero della Salute italiano raccomanda ad ogni buon fine di seguire quanto indicato nella suddetta Circolare in merito alla sorveglianza sanitaria anche nel caso non si appartenga ad organizzazione governativa o non governativa, ma ci si trovi ugualmente nel Paese per attività di cooperazione/supporto sanitario o logistico e si intenda rientrare in Italia.

Si ricorda che della procedura fanno parte integrante:

− Un modello di dichiarazione sanitaria ,contenente dati personali, essenziale per la tracciatura ai fini di sanità pubblica della persona in arrivo, da sottoscrivere a cura del responsabile dell’Organizzazione, o del singolo progetto, in caso di personale di ONG o di altre organizzazioni e da inviare via email al Ministero della Salute con almeno 48 ore di anticipo rispetto alla partenza dalla zona affetta;
− Una scheda anamnestica per la registrazione dei dati dello screening primario, da compilare con le modalità indicate nella procedura, direttamente dalla persona in arrivo.

Tali indicazioni potranno subire modifiche in base all’evoluzione epidemiologica dell’evento.

L’Ambasciata resta a disposizione per eventuali richieste di chiarimento sicurezza.kampala@esteri.it e sicurezza.kampala@outlook.it 

 


571