Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Messaggio dell'Ambasciatore d'Italia ai connazionali in Ruanda

Data:

10/06/2020


Messaggio dell'Ambasciatore d'Italia ai connazionali in Ruanda

Carissimi connazionali e amici,
come sapete, il Governo ruandese ha disposto da diverse settimane la sostanziale riapertura delle attività nel Paese: trasporti pubblici (taxi e autobus con carico al 50% e uso obbligatorio delle mascherine), centri commerciali e tutte le altre attività non strettamente legate al mercato alimentare. Le Autorità e ed il Ministero della Salute ruandese, coadiuvati dalla WHO/OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), hanno sinora gestito con sostanziale efficacia le diverse fasi della pandemia, riuscendo a contenere, con il lock-down e la limitazione della circolazione, la diffusione del virus ed il moltiplicarsi dei casi, specie rispetto ad altri Paesi dell’Africa orientale che hanno registrato un numero di infezioni assai più significativo.
Ciò non significa, però, che si possa abbassare la guardia. Malgrado le misure adottate, il numero di casi (ad oggi 463 e 2 decessi) e’ comunque aumentato (anche per il ritorno nel Paese dei ruandesi che si trovavano all’estero ed il transito di camionisti dalla vicina Tanzania).
Vorrei, pertanto, invitare tutti Voi a mantenere elevata la soglia di attenzione, continuando a rispettare il distanziamento sociale e a fare uso di mascherine (ed eventualmente di guanti) all’esterno della propria abitazione (per fare acquisti o per lavoro) e anche nella propria dimora abituale quando si viene a contatto con persone non appartenenti al nucleo famigliare (addetti alla manutenzione, sicurezza, fornitori o altro), anche se non manifestano sintomi.
Se, infatti, in Europa si va verso una progressiva normalizzazione della situazione Covid-19, la WHO fa stato di un rapido incremento di casi in Africa: sono 195.502 nel Continente, mentre il numero di decessi è salito a 5.298.
Gli aeroporti restano, invece, chiusi, ma, come sapete, la Brussels Airline ha annunciato l’imminente ripresa delle operazioni. Vi sono, poi, sporadici voli speciali organizzati da Ambasciate ed agenzie.
Per qualunque Vostra necessità, l’Ambasciata (ed il Console Puggia ) e’ qui per Voi e resta come sempre raggiungibile al numero di emergenza +256 772 750 448 ed alle email consolare.kampala@esteri.itsicurezza.kampala@esteri.it.

Un abbraccio a tutti Voi,

Massimiliano Mazzanti
Ambasciatore


431